Dal 2012, gli Stati Uniti sono diventati sede di un gran premio di Formula 1. Il circuito scelto è stato The Circuit Of The Americas (COTA) ad Austin, Texas. Il sogno della Liberty Media, che detiene la Formula 1, è aggiungere un circuito cittadino a Miami, o al massimo spostare il Gp da Austin alla ridente città della Florida. Perchè secondo Bobby Epstein, presidente del circuito, non c'è F1 negli States senza Austin: "Penso che sia giusto dire che la F1 non esisterebbe negli Stati Uniti in questo momento se non le avessimo costruito una casa qui al COTA. Basta vedere cosa abbiamo fatto negli Stati Uniti e come abbiamo aiutato a costruire una base di fan qui. Prima, era stato difficile per qualsiasi circuito affermarsi come sede della F1. Non era come oggi. Ci sono state molte gare su circuiti stradali da Topolino, su cui non puoi costruire la storia. È stato lo stesso con Indianapolis: anche ignorando l’incidente del 2005, una grande macchia per la F1, il circuito rimaneva la casa della Indy500, non della F1. Era un po’ come quando negli Stati Uniti vedi una partita di calcio disputata in uno stadio di baseball. È un posto grande e puoi attirare i fan, ma è pur sempre uno stadio di baseball e ciò resterà. Penso che un accordo più breve sia meglio per entrambe le parti: non vuoi rimanere bloccato in qualcosa che non ti piace in fondo. Inoltre, non possiamo mai essere sicuri di come l’evento o come lo sport si evolveranno nei prossimi anni. Vi dirò: penso che ci sarà una gara di F1 al COTA fino a quando la pista sarà lì, questo è il vantaggio di costruire una struttura permanente".

F1 Web Tv
Sezione: News / Data: Mer 11 Settembre 2019 alle 16:00
Autore: Paolo Mutarelli / Twitter: @j_pablo99
Vedi letture
Print