Vitantonio Liuzzi in Formula Uno ha guidato per 81 GP, portando a casa 26 punti. Adesso, ai microfoni de "Il Piccolo", è tornato a parlare di quel mondo lui che lo vive in ogni caso da giudice di gara. Sulla Ferrari ha voluto concentrarsi in particolar modo su Sebastian Vettel e sulla sua convivenza difficile con Leclerc: "Vettel oltre a essere un grande pilota, fin da subito molto veloce, era una sorta di macchina da guerra per la sua mentalità e per come si è calato nel mondo del motorsport. Un ragazzo che fin da subito sapeva dove voleva arrivare. Si trova in una situazione difficile perché ha patito il colpo portatogli dalle nuove leve della Formula 1, come il suo compagno di squadra in Ferrari Charles Leclerc e Max Verstappen. Vettel è sempre stato bravo nel mettere tutti dalla sua parte, ma quando ha iniziato a sentirsi togliere il terreno da sotto ai piedi ha cominciato a fare una grande fatica per tornare a essere il pilota che è sempre stato. La maturazione di Charles è arrivata prima del previsto per tutti, che diventasse così competitivo in poco tempo nessuno se lo poteva immaginare quando è stato ingaggiato dalla Ferrari. Inoltre Seb doveva già trovare sé stesso dato che nel 2018 è entrato in una fase negativa".

F1 Web Tv
Sezione: News / Data: Mer 9 Ottobre 2019 alle 08:10
Autore: F1N Redazione
Vedi letture
Print