È indubbio che Monza abbia sancito la superiorità, per il momento, di Charles Leclerc su Sebastian Vettel. In realtà, è una tendenza che va avanti da dopo il Canada. Infatti dalla Francia in poi, Leclerc è 7-0 nelle qualifiche, segno di un netto miglioramento sul giro secco e di una SF90 cucita a misura del monegasco, e le due vittorie con annesse errori/non competitività del tedesco. Per Mattia Binotto, ora arriva il compito difficile. Gestire un campione del mondo in declino, ma imposto e voluto da Philipp Morris, sponsor con ruoli dirigenziali in Ferrari che vuole un campione del mondo nel team, e un campioncino, predestinato (Cit.) in erba, carico da due vittorie consecutive. Il team principal Ferrari ha parlato di questo e del team radio finale con il monegasco: "Non ci sarà alcun effetto. È un qualcosa di cui abbiamo discusso tra di noi. Ci possono essere punti di vista diversi, ma è stata una situazione molta strana per tutti. Penso che la cosa più importante l’abbia detta Seb: bisogna girare pagina e guardare avanti. Qualunque cosa sia successa negli ultimi giorni, di cui abbiamo discusso rimarrà tra noi tre. Era un modo per me di dirgli che almeno siamo contenti del lavoro che ha fatto".

F1 Web Tv
Sezione: News / Data: Mer 11 Settembre 2019 alle 07:00
Autore: Paolo Mutarelli / Twitter: @j_pablo99
Vedi letture
Print