Charles Leclerc è il presente e il futuro della Ferrari ed è riuscito a costruire quello che il passato, ovvero Sebastian Vettel, per colpe non solo sue, non è riuscito a costruire prima del suo arrivo. Ora la Ferrari sembra essere un posto troppo piccolo ad ospitare un campione ferito e uno in rampa di lancio, per questo si stanno moltiplicando le voci sul futuro del tedesco e sul suo ruolo. Il problema sembra perlopiù psicologico, anche se lo sviluppo della vettura sembra sia stato più orientato sulle esigenze di Leclerc che del quattro volte campione del mondo. L'ex pilota Benetton e Sauber JJ Lehto ha parlato del futuro rapporto tra i due e, soprattutto, del rapporto tra Vettel e il tedesco più famoso della Formula 1 e della Ferrari, cioè Micheal Schumacher: "Non credo che Vettel e Leclerc arriveranno a uno scontro. Almeno spero di no. Sono ragazzi abbastanza diversi da certi personaggi più politici e non credo si getteranno in mosse di questo tipo. Michel non era un tiranno. Era un pilota follemente bravo, ma allo stesso tempo era riuscito a mettere intorno a se le persone giuste. Probabilmente questa è stata la debolezza più grande di Vettel: non aveva un proprio personale e non è riuscito a costruire la propria squadra a Maranello. Le aspettative sono sempre alte in Ferrari e lo stato di numero uno sta passando da Vettel a Leclerc. Charles ha dimostrato che può vincere con Ferrari, aspetti che creano fiducia e ottimismo".

F1 Web Tv
Sezione: News / Data: Gio 12 Settembre 2019 alle 14:15
Autore: Paolo Mutarelli / Twitter: @j_pablo99
Vedi letture
Print