Un declino che sembra inarrestabile quello di Sebastian Vettel. Un errore dopo l'altro, una sfortuna come quella dell'Austria, il tedesco non sembra più in grado di riprendere il controllo del proprio talento e sembra ormai un pilota alla deriva, proprio quando splende luminosa la giovane stella del suo compagno di squadra. Leo Turrini, giornalista di Sky, a Race Anatomy ha parlato proprio della situazione del tedesco: "Per Sebastian Vettel, è sicuramente il periodo peggiore della sua carriera. Si diceva nel 2014, quando girava più piano di Ricciardo in Red Bull, che fosse andato in crisi. Poi però una volta trasferitosi in Italia, aveva ritrovato smalto, entusiasmo, era stato anche il lizza per il titolo iridato. Adesso, il mondo sembra essersi rovesciato, rovesciato contro di lui, perché hai in casa un campione che vince e vince alla maniera di Monza, come ha fatto Leclerc, e soprattutto ormai non vince da più di un anno. Però in contesti del genere, chi ha un passato del genere, quattro campionati del mondo in bacheca, ha solo un modo per rispondere: deve reagire da solo. È inutile dirci che Vettel deve essere aiutato dalla Ferrari, è lui che, sin da Singapore, deve accettare la sfida con Leclerc e gli altri e di essere in grado di tornare ai livelli del 2015". 

F1 Web Tv
Sezione: News / Data: Lun 9 Settembre 2019 alle 17:45
Autore: Paolo Mutarelli / Twitter: @j_pablo99
Vedi letture
Print