L'errore all'Ascari è marchiano, ma facile da perdonare in caso di ritorno veloce in pista. Il vero disastro di Sebastian Vettel è stato l'incidente successivo con Lance Stroll che lo ha costretto al pit stop, al cambio dell'ala anteriore e la certa compromissione della sua gara. Un errore che diventa esponenziale nel momento in cui si gareggiava a Monza e si potevano conquistare bei punti ai danni della Mercedes, che nei due weekend pro Ferrari se ne esce comunque incrementando il suo vantaggio (67 a 63). Vettel ha spiegato la dinamica del suo incidente, parlando dell'ostruzione dovuta all'abitacolo troppo alto: "Quando mi sono girato guardavo dall’altra parte, ho visto che c’era un bel po’ di spazio. Sapevo che sarebbero arrivate le macchine, ma pensavo che avrei potuto ricongiungermi molto più rapidamente. Invece ho impiegato del tempo. Sono rimasto bloccato nell’erba, ma non vedevo nulla a sinistra. Abbiamo l’abitacolo troppo alto, non credo sia un aspetto da lasciar perdere".

F1 Web Tv
Sezione: News / Data: Mar 10 Settembre 2019 alle 23:30
Autore: Paolo Mutarelli / Twitter: @j_pablo99
Vedi letture
Print