Sono i due piloti di riferimento della Formula Uno degli anni '10 del 2000. Sebastian Vettel e Lewis Hamilton si sono spartiti i titoli mondiali e hanno dominato, per lungo tempo, tutti i tracciati con le loro Red Bull e Mercedes. Ora che il tedesco non riesce ad essere più competitivo per il mondiale con la Ferrari, tante critiche gli sono piovute addosso, soprattutto se messe in relazione al prospettive futuri eccitante che regala Charles Leclerc. Ma, quando meno te lo aspetti, è l'acerrimo rivale Lewis Hamilton a gettare un salvagente a Vettel per aiutarlo: "Ero preoccupato per lui. Lo conosco molto bene. Facciamo parte della stessa generazione e so come si sta a dover stare sulla difensiva, con persone che parlano male di te e sentire che l’energia del team va tutta verso l’altro pilota. Conosco gli alti e bassi che si attraversano come pilota. So che Seb li ha vissuti. Il suo compagno di squadra è balzato davanti, ho parlato con persone di alto livello che dicevano ‘Sebastian è andato, è finito’. Seb era il pilota numero uno, quello su cui avrebbero sempre puntato. Adesso da qualche tempo è tutto su Charles e stanno costruendo il futuro su di lui. Mi sono sentito bene a vederlo vincere, anche se non ho vinto io la gara. Perché è capitato qualcosa di positivo ad uno che è una bella persona, super dedita, e che non è finita".

F1 Web Tv
Sezione: News / Data: Lun 7 Ottobre 2019 alle 12:00
Autore: Paolo Mutarelli / Twitter: @j_pablo99
Vedi letture
Print