Il weekend di Monza ha visto anche il ritorno di Fernando Alonso nel paddock. Forse sapeva di dover essere presente per passare il testimone  di ultimo pilota Ferrari a vincere a Monza a Charles Leclerc o forse ha sondato il terreno proprio per un suo ritorno in Ferrari a fianco del talentino monegasco. Sollecitato proprio su questo, il campione del mondo 2005 e 2006 ha sviato, rispondendo però ad altre domande su prossimi impegni e ambizioni McLaren: "Volevo riposarmi quest’anno, ma sto riposando molto poco in realtà: Daytona, Le Mans, Indy e ora questa avventura tra le dune. Ogni settimana sono in un posto diverso. Viaggio molto ma mi diverto. Stanno cercando di confermarsi come la quarta forza del campionato, posizione che credo sia più o meno assicurata ora. Allo stesso tempo dobbiamo stare attenti, perché sappiamo che siamo ad un minuto dai leader e questo è il passo più difficile da compiere. Speriamo che nel 2020-2021 la Mercedes non domini molto, perché se lo fanno diventa noioso. 2021 in F1? Devo ancora decidere cosa farò nel 2020, figuriamoci tra due anni. Vivo nel presente e quest’anno sto facendo quello che voglio fare. Tutto è andato bene a parte Indy e l’anno prossimo cercherò di continuare a completare le mie sfide, che è un po’ come il motorsport di un’epoca diversa. Non mi sono sentito come a fare un altro anno finendo settimo o ottavo in Formula 1, vincere il mondiale endurance, la Le Mans e inseguire la tripla corona, mi sembra sia più da me".

F1 Web Tv
Sezione: News / Data: Mar 10 Settembre 2019 alle 11:53
Autore: Paolo Mutarelli / Twitter: @j_pablo99
Vedi letture
Print