Non è detto che vincere sia sinonimo di promozione e Nick De Vries lo sta imparando sulla propria pelle. Non bastano due campionati al vertice in Formula  2, di cui il secondo, quello di quest'anno, praticamente già vinto, per arrivare in Formula 1. Si, perchè l'olandese classe 1995 (ha due anni in più di Leclerc e Verstappen e quattro in più di Norris e Russell) dovrebbe avere una promozione, ma non nella culla dei sogni dei piloti, ovvero la Formula 1. Per DeVries si apriranno le porte della Formula E sul sedile della neonata Mercedes-Petronas, che dopo aver dominato la F1 e colonizzato la MotoGp, sta cercando l'assalto al campionato elettrico. L'ufficialità dovrebbe arrivare in settimana.

Per chi Nicolas Latifi, invece, le porte della Formula 1 possono aprirsi eccome. Già settimana scorsa a Spa, ha guidato per una sessione di prove libere la Williams di George Russell e nella prossima stagione potrebbe essere il suo compagno di squadra, sostituendo Robert Kubica. Il padre di Nicolas, Micheal, ha annunciato che a fine dell'estate si saprà il futuro di suo figlio e tutto sta a presagire che il tesoretto di quaranta milioni offerto dal padre, azionaria di minoranza della McLaren, possa ingolosire la Williams. Non basta vincere per arrivare tra i migliori. Sembra questa la lezione da imparare da questa storia. 

F1 Web Tv
Sezione: News / Data: Lun 9 Settembre 2019 alle 15:00
Autore: Paolo Mutarelli / Twitter: @j_pablo99
Vedi letture
Print