PEREZ RACING POINT STROLL - Possono sembrare le parole di un pazzo che non si rende conto di quello che dice o possono sembrare le parole di un innamorato che non riesce a vedere i difetti del suo amore. Le dichiarazioni di fedeltà di Sergio Perez nei riguardi della Racing Point fanno sorridere in molti, soprattutto vista la macchina, di livello decisamente inferiore rispetto a quella che fece i punti per il quarto posto al mondiale costruittori (azzerati per il passaggio di proprietà) che gli è stata affidata quest'anno. Inoltre, la Racing Point è casa dell'altro pilota, Lance Stroll, in quanto papà Lawrence, per salvaguardare i sogni del proprio bimbo, ha pagato circa 80 milioni per rilevare quello che era della Force India.

Nello specifico, il pilota messicano ha lodato i progetti e l'ambizione del team principal Otmar Sznaufer: "Le prospettive e le ambizioni della Racing Point sono davvero grandi. Il mio contratto dovrebbe essere a lunga scadenza perchè ho visto i progressi che ha fatto il team. Penso che l'accordo vada bene per entrambe le parti e spero di trovare un accordo il prima possibile. Ovunque ti giri, vedi che la Racing è un bel posto. Lo scorso anno in Ungheria fu terribile per tutto il team e mi ricordo di tutti i problemi amministrativi che avemmo. Tornare qua un anno dopo e vedere cosa siamo e cosa potremmo essere mi rende davvero orgoglioso". Sembrano quindi le parole di un innamorato, un innamorato che non ha paura che sia un'amante, Lance Stroll, che richiede molte ma molte attenzioni all'amato. 

F1 Web Tv
Sezione: News / Data: Mer 14 Agosto 2019 alle 11:00
Autore: Paolo Mutarelli / Twitter: @j_pablo99
Vedi letture
Print