MERCEDES HAMILTON ROSBERG - Il 2016 è il puntino nero in una striscia di vittorie mondiali che va avanti dal 2014 di Lewis Hamilton. Il 2016 è stato l'anno di Nico Rosberg, il compagno di squadra dell'inglese, l'unico che poteva mettere in difficoltà il dominio pluriennale del miglior poleman della storia. In seguito a quella stagione, Rosberg decise che il suo nome era ormai entrato nella storia della F1 e che non poteva fare altro, si ritirò e ora si limita a commentare ciò che succede nel paddock, sia con una serie di vlog su YouTube, dove analizza la gara, sia con un podcast, Beyond The Victory, dove incontra e parla eminenti personalità del circuito. Nel vlog di analisi dell'Ungheria, Rosberg ha dichiarato che il suo ex compagno di scuderia aveva perso il guizzo che lo contraddistingueva nelle qualifiche, facendosi sorpassare sia dall'altra Mercedes di Valtteri Bottas, sia da il rivale del momento Max Verstappen.

Se in un primo momento, Hamilton è andato oltre alle provocazioni del tedesco, dopo la vittoria si è tolto qualche scimmia sulla spalla attaccando il campione del mondo: "Onestamente non ho visto il blog, non so neanche chi lo segue, ma non interferisce con la mia vita. Non mi interessa, ognuno ha la sua opinione che può essere giusto o meno. L'unica cosa che bisogna fare è guardare la lista dei risultati che ho raggiunto negli ultimi anni perchè parlano da soli. Ci sarà sempre gente che non ha raggiunto i tuoi risultati quindi vorrà sempre parlare, ma non ho problemi con loro." A stoccata risponde stoccata, anche dopo anni, il rapporto tra i due sembra ormai incrinato da quel duello così avvicinente ma così deleterio per le risorse fisiche e mentali dei due. 

F1 Web Tv
Sezione: News / Data: Ven 9 Agosto 2019 alle 09:19
Autore: Paolo Mutarelli / Twitter: @j_pablo99
Vedi letture
Print