MORTE NADIA TOFFA CANCRO DIRETTORE - La morte di Nadia Toffa ha sconvolto tanta, tantissima gente. La sua battaglia contro il cancro cosa ci lascia? Crediamo sia giusto pubblicare in questo senso il messaggio del nostro direttore. Mentre la ricerca più alta su Google è "Che cancro aveva Nadia Toffa?" (era al cervello, ma cosa cambia? ndr), la ricerca da fare nei suoi post da dicembre 2007 a oggi è il messaggio lasciato. Il suo da VIP che può essere veicolato al pari delle tante persone comuni che ci lasciano dopo battaglie tenaci e forti. Questo il pensiero del nostro direttore, Mirko Borghesi:

Sono contro l'esaltazione della morte. Meglio esaltare la vita, in tutte le sue sfaccettature. Ecco, forse quello che Nadia Toffa lascia nel suo percorso "social" di condivisione della malattia è proprio questo. Quella voglia di vivere fino alla fine, ogni giorno come se fosse l'ultimo. Un insegnamento importante, che tutti noi smarriamo dinanzi a piccole difficoltà, incapaci di goderci semplici gioie quali possono essere una cena con la persona che amiamo, una mezz'ora passata a giocare col gatto, una camminata sulla spiaggia al tramonto. Buon viaggio Nadia, la chiudo con le tue parole. Sarai già altrove, pronta per una nuova "avventura".

"Vivo ora, perché sono viva. Non ho paura della morte. E non vorrei mai sapere quando morirò, perché non saprei che fare. Io voglio vivere la mia vita normale, senza cambiare una virgola. La vita è stramba, ci stupisce sempre, ma anche con i lieti fine però. Ci sono persone che guariscono, persone che imparano dal dolore, dalla morte, a non avere paura. Io non ho più paura di morire". Nadia Toffa

f1 web tv
Sezione: Non solo Formula 1 / Data: Mar 13 Agosto 2019 alle 12:51
Autore: F1N Redazione
Vedi letture
Print