Ayrton Senna, Micheal Schumacher e Lewis Hamilton. Questa sembra la sacra trinità della storia della Formula 1. Dopodichè l'ordine di schieramento è una questione puramente soggettiva e personale, ma non c'è ombra di dubbio che questi tre sono i piloti più talentuosi, influenti e vincenti delle loro rispettive ere, degli ultimi trent'anni e della storia della Formula 1. Per questo, i paragoni tra loro tre non si sprecano. L'ultimo a cadere in questo tranello è stato Gerhard Berger, ad Auto Motor und Sport: "Hamilton è davvero sulla buona strada per diventare il miglior pilota di sempre, ora ha la possibilità di eguagliare il record di Schumacher. Spesso mi hanno chiesto come stia il pilota britannico in rapporto a Senna e per molto tempo ho evitato il confronto. Per molto tempo non ho visto un pilota che avesse le qualità che contraddistinguevano Ayrton. Con Hamilton ora posso dirlo con la coscienza pulita: le ha. È il primo pilota che nominerei nella stessa frase di Senna. Negli ultimi due anni la Mercedes ha vinto alcune gare, e forse anche i titoli, perché c’era Hamilton in macchina. Valtteri Bottas avrebbe avuto difficoltà a prendersi quel ruolo in questo modo. Hamilton è davanti in tutte le piste, in tutte le condizioni. E negli ultimi anni ha imparato anche ad arrivare ‘terzo’. Ora ha il talento per riconoscere che in certi giorni si deve accontentare con poco. Prende i punti e dice fra sé e sé: ‘la prossima gara sarà di nuovo mia’. Questo è ciò che lo rende un campione del mondo".

CLICCA QUI PER TORNARE ALLA HOME

CLICCA QUI PER IL NOSTRO CANALE DAILYMOTION

F1 Web Tv
Sezione: News / Data: Mar 14 Gennaio 2020 alle 11:04
Autore: Paolo Mutarelli / Twitter: @j_pablo99
Vedi letture
Print