La canzone "Il Cerchio della vita" del cartone animato Disney Il Re Leone sarebbe una perfetta sintesi per l'approdo di Mick Schumacher in Formula 1. Se nel 2021 dovesse ottenere un sedile in Formula 1, lo farebbe a trent'anni di distanza dall'esordio del padre, sostituendo, molto probabilmente, colui che che ha sostituito il padre in Ferrari, ovvero Kimi Raikkonen. Tutto questo a patto di una grande stagione in Formula 2 con la Prema e un altro pilota Ferrari Academy come Robert Schwartzman. Leo Turrini, sul Resto del Carlino, ci racconta di Mick: "Schumacher junior è a un bivio. Ha già compiuto 21 anni. Mick si è sottratto alla moda corrente: non si è offerto in ostaggio alla frenesia. D’intesa con la mamma Corinna, che non hai ostacolato i suoi desideri, ha optato per una programmazione graduale, lenta ma costante. Nessuna accelerazione brutale in ossequio al marketing. Al ragazzo, gli sponsor avrebbero garantito un volante di Formula Uno anche subito: vuoi mettere la visibilità immediata? Ma c’è qualcosa, in questo figlio d’arte, che rimanda direttamente al pragmatismo lucidissimo del genitore. Michael, il sette volte campione del mondo, diceva che le cose te le devi guadagnare un passo alla volta. Non per niente ebbe bisogno di cinque stagioni per laurearsi iridato con la Ferrari. […] Seguendo il programma concordato con i vertici del Cavallino, in questo funesto e bisesto 2020 Mick si appresta a disputare, virus permettendo, la seconda stagione in Formula Due. La prima è andata così così. Una vittoria, alcuni piazzamenti. Limiti di esperienza da colmare. Ma anche una enorme voglia di imparare: una caratteristica, questa, ereditata dal genitore. In teoria, Mick, sempre seguito dai bravissimi tecnici italiani del team Prema, dovrebbe debuttare allo Spielberg, in Austria, in coincidenza con l’avvio del mondiale di F1. La svolta? Dipenderà dai risultati. Il sentimento, mai estraneo almeno a chi ha conosciuto il babbo, immagina una progressione felice. In caso di esiti favorevoli, a Schumi 2 si aprirebbe la porta dell’Alfa Romeo a 30 anni esatti dall’esordio del padre in Formula Uno, con la Jordan. Il team Sauber è un satellite della Ferrari, anche se resta da capire come l’effetto virus inciderà sugli investimenti agonistici della casa di Maranello. Se piani e progetti fossero confermati e se Mick si mostrasse all’altezza, nel 2021 il possibile addio alle corse di Kimi Raikkonen libererebbe un posto. E sarebbe la chiusura di un cerchio: a fine 2006, fu proprio KR7 a sostituire Schumi senior in Rosso".

CLICCA QUI PER TORNARE ALLA HOME

CLICCA QUI PER IL NOSTRO CANALE DAILYMOTION

Sezione: News / Data: Lun 01 giugno 2020 alle 11:00
Autore: Paolo Mutarelli / Twitter: @j_pablo99
Vedi letture
Print