Breve ma intensa l'avventura di Juan Pablo Montoya in Formula 1. Sei stagioni, due terzi posti finali e sette vittorie, ma anche la grande possibilità di andare in Ferrari nel 2004 che non si è concretizzata. Al canale tv colombiano Antena 2, Montoya ha dichiarato che non gli andava giù la possibilità di fare il secondo a Micheal Schumacher: "Se Michael non fosse stato lì, lo avrei considerato [il trasferimento] perché la Ferrari era una grande squadra e lo è ancora. All’epoca Schumacher era il numero 1 e l’idea di fargli da numero 2 non mi piaceva affatto. La convivenza con Kimi? Non ci sono stati grossi problemi, ma è stato difficile avere un rapporto con Kimi perché lui non si apre molto. Facevamo riunioni e tutto il resto, ma non si approfondiva molto. Quando me ne sono andato, la questione era già chiusa perché non c’era nulla di buono per me in Formula 1 e ho firmato un contratto di cinque anni con Chip Ganassi. Dopodiché Bernie Ecclestone mi ha chiamato, ma non volevo tornare in Europa. Lui ha detto appena ‘ah, ok, grazie’“.

CLICCA QUI PER TORNARE ALLA HOME

CLICCA QUI PER IL NOSTRO CANALE DAILYMOTION

Sezione: News / Data: Mar 23 giugno 2020 alle 11:00
Autore: Paolo Mutarelli / Twitter: @j_pablo99
Vedi letture
Print