Sebastian Vettel si è messo nei guai da solo. Ad aggiungere difficoltà sulle difficoltà, in partenza si è fatto cogliere di sorpresa da un cordolo in curva 1 e ha rovinato la sua gara, mettendosi nel traffico e chiudendo 12°. Battibecco sulla presa di responsabilità tra lui e Binotto, Carlo Vanzini, nel post gara di Sky Sports F1, ha paragonato la sua situazione a quella di Alain Prost con la Ferrari del 1991, quando si arrivò addirittura a chiudere il contratto durante il mondiale: "Problema della Mercedes, è unico. A Pirelli chiederanno di alzare la pressione per essere più equilibrati. Hanno tanto carico aerodinamico e mettono in difficoltà le gomme. Leclerc, scarico, è andato su una sosta. Abisso tra i due piloti Ferrari per via del risultato. Leclerc è comunque a trenta secondi, con una sosta in meno. Vettel forse ottavo. Non è stato gentile nel team radio, nelle sue dichiarazioni. Quando parlo di divorzio tra Ferrari e Vettel, parlo di un’atmosfera simile a quella del 1991 con Alain Prost. Se vogliamo, atmosfere anche con Fernando Alonso quando le cose non andavano benissimo. Speravo di godermi la lotta tra i giovani da quest’anno, si pensavo ad un livellamento maggiore. Grande merito a Verstappen e alla Red Bull perchè Hamilton voleva rientrare e gli hanno dato tranquillità in quel momento. Quando ha sorpassato Bottas, era all’esterno, è stato saggio, ha mollato un attimo, ha aspettato Bottas e l’ha sorpassato".

CLICCA QUI PER TORNARE ALLA HOME

CLICCA QUI PER IL NOSTRO CANALE DAILYMOTION

Sezione: News / Data: Dom 09 agosto 2020 alle 20:00
Autore: Paolo Mutarelli / Twitter: @j_pablo99
Vedi letture
Print