Può sorridere Mattia Binotto. Nelle grandi difficoltà di questo inizio di stagione, la Ferrari trova, a sorpresa, il passo gara per piazzare la miglior prestazione domenicale dell'anno. Charles Leclerc con un grandioso quarto posto, merito della sua gestione delle gomme e della capacità del muretto di metterlo sempre in solitaria. Ai microfoni di Mara Sangiorgio di Sky Sports F1, ha parlato delle gare dei suoi piloti, scaricando la colpa su Vettel, e delle lotte politiche combattute nel paddock: "Il quarto posto è il miglior posto che possiamo ottenere visto Max e Mercedes. Dopo il decimo posto, ha trovato ritmo. Ieri abbiamo avuto difficoltà in qualifica, oggi gran ritmo per la situazione attuale, bene così. Perdevamo molto nelle curve veloci, sia settimana scorsa che oggi, con le condizioni ambientali, abbiamo trovato il bilancio giusto, siamo stati veloci in quelle curve. Non penso che Vettel abbia perso la fiducia in noi, non trova la fiducia nella macchina. Sulle strategie, non c’è nulla da dire. L’abbiamo fermato leggermente prima, ma tanto ha recuperato in pista. Leclerc bene, non poteva fare l’overcut su Kvyat, ma ha fatto l’undercut su Sainz. Gara compromessa in partenza. Valuteremo tutte le opzioni per Barcellona, un altro tipo di pista, diverso carico aerodinamico, si va con il massimo possibile. Se serve a Vettel, cambieremo telaio. Non penso che il poco degrado delle gomme sia un punto di forza, non abbiamo punti di forza al momento. Pensiamo a Barcellona dà subito, non abbiamo vantaggi. Credo che come scuderia abbiamo parlato venerdì. Il primo verdetto è che quanto fatto è stato illegale, c’è stata una violazione. C’è chi copia e chi passa, entrambi hanno le colpe. Ognuno guarda al proprio interesse, siamo competitori. Riteniamo che la penalità non sia adeguata, abbiamo quattro giorni per confermarlo".

CLICCA QUI PER TORNARE ALLA HOME

CLICCA QUI PER IL NOSTRO CANALE DAILYMOTION

Sezione: News / Data: Dom 09 agosto 2020 alle 18:00
Autore: Paolo Mutarelli / Twitter: @j_pablo99
Vedi letture
Print