É stata molto criticata la scelta di mandare per così tanto tempo in pista la Safety Car domenica. Il tempo freddo, unito alla necessità di far ricompattare i doppiati al gruppo di testa, ha complicato la gestione delle gomme, in quella fase, dei leader della testa, tanto che Max Verstappen, nell'intervista post gara, si è lamentato parecchio. Gli ha risposto il direttore di gara FIA Micheal Masi: "A prima vista, non eravamo certi che l’apertura del guardrail nel punto in cui si è fermato Norris potesse effettivamente consentire il recupero veloce della macchina. Quindi, piuttosto che reagire in un secondo momento, abbiamo optato per mandare subito dentro la vettura di sicurezza. In questo modo, il problema si è potuto risolvere in un colpo solo, quindi per noi è stata l’azione più sicura in quella circostanza. Il regolamento attuale prevede che le monoposto doppiate superino la Safety Car e si accodino nuovamente al gruppo. In questo caso, la procedura ha richiesto un po’ più di tempo in quanto i doppiati costituivano la maggior parte del gruppo, quindi la Safety Car è rimasta fuori un po’ più a lungo di quanto ci saremmo aspettati”.

CLICCA QUI PER TORNARE ALLA HOME

CLICCA QUI PER IL NOSTRO CANALE DAILYMOTION 

Sezione: News / Data: Lun 12 ottobre 2020 alle 19:41
Autore: Paolo Mutarelli / Twitter: @j_pablo99
Vedi letture
Print