Se Sebastian Vettel non è riuscito a sfruttare al massimo la migliori performabilità delle gomme rosse nei primi giri, è perchè la sfiga ci vede benissimo. Il DRS non funzionante non ha permesso di macinare sorpassi e, a fine gara, Micheal Masi, direttore della gara Fia, ha spiegato che il problema è stato  causato da un problema tecnico che non permetteva alla direzione gara di controllare l’attivazione del dispositivo atto a ridurre la resistenza aerodinamica nei punti corretti del tracciato: "Un data server (programma/piattaforma software utilizzato per fornire servizi di database, ndr) si è arrestato in modo anomalo“, ha spiegato l’australiano nel corso del consueto incontro con i media al termine della corsa: “I tempi erano ancora operativi, come avete potuto vedere. Ma questo software è andato invece in crash, e dunque lo abbiamo disabilitato immediatamente. Il sistema non poteva essere riattivato finché non eravamo sicuri al 100% che lavorasse con i dati corretti disponibili. Quindi abbiamo eseguito vari controlli in collaborazione con il gruppo FIA e F1 per assicurarci che tutto funzionasse nella maniera giusta. Una volta appurato ciò, abbiamo riattivato il data server e abilitato il DRS. Non sarebbe stato libero per tutti. Ad essere sincero, preferirei non pensare nemmeno alle effettive conseguenze a  cui saremmo potuti andare incontro“.

F1 Web Tv
Sezione: News / Data: Lun 2 Dicembre 2019 alle 10:11
Autore: Paolo Mutarelli / Twitter: @j_pablo99
Vedi letture
Print