Situazione motori 2021 difficile per Red Bull, i cui vertici sono stati visti a colloquio con il CEO di Renault, Luca De Meo, in Germania. Ma Helmut Marko svela il suo piano per i motori: "Se i colloqui dovessero essere positivi, preferiremmo prendere in mano la proprietà intellettuale di Honda e poi preparare i motori a Milton Keynes. Ciò sarà possibile solo se ci sarà un congelamento dei motori a partire dalla prima gara del 2022. Abbiamo bisogno di una decisione in merito da parte della FIA il prima possibile, se la decisione sarà positiva, il prossimo passo sarà quello di trovare un accordo con Honda. Abbiamo diversi edifici e sale a Milton Keynes, anche Honda, e stiamo verificando al momento dove potremmo implementarla. Vogliamo e abbiamo bisogno di un motore competitivo. Max vuole lo stesso. Ma non c’è una clausola di uscita concreta per lui se non avessimo un motore Honda. Tutti gli attuali costruttori hanno il loro team e costruiscono il motore con il telaio. Noi vorremmo qualcosa intorno a cui costruire il nostro telaio. Ci troveremmo di fronte a una soluzione tecnica che dobbiamo accettare. Per questo preferiamo la soluzione Honda, ma passiamo attraverso tutte le possibilità. Vogliamo essere competitivi, un matrimonio forzato non è un fattore per noi”.

CLICCA QUI PER TORNARE ALLA HOME

CLICCA QUI PER IL NOSTRO CANALE DAILYMOTION

Sezione: News / Data: Lun 12 ottobre 2020 alle 11:28
Autore: Paolo Mutarelli / Twitter: @j_pablo99
Vedi letture
Print