La delusione dell'anno è sicuramente la Renault che ha perso un posto in classifica mondiale rispetto al 2018, da 4° a 5°, e si è vista superare da un team clienti come la McLaren ed essere insidiata dalla Toro Rosso. Eric Boullier, ex direttore sportivo proprio degli inglesi, ha rilasciato un'intervista al quotidiano Ouest France dove, oltre che parlare di Red Bull, ha analizzato la situazione della scuderia francese: "Renault? Prendere un team e rivoluzionarlo è una grande sfida. Ma il fatto che Daniel Ricciardo abbia deciso di andarci è solamente un fattore positivo. Ovviamente non si può diventare competitivi nel giro di una notte, e non è mai facile trovare tutto quello che non funziona. Ci vogliono anni di investimenti, di acquisti e di decisioni importanti per raggiungere la vetta del campionato. La sfida più complicata è nel trovare le persone giuste, e per quelle pedine spesso ci vogliono anni e anni di trattative. il motore è a livello degli avversari, mentre per il telaio, che non è sicuramente a punto, stanno prendendo nuove persone con una ristrutturazione generale. Ci vorrà ancora un po’ di pazienza. Anche Ocon sarà un buon ingresso; lo conosco da quando aveva 12 anni. La principale difficoltà per lui sarà guidare per un team francese: tutti gli chiederanno tempo da dedicare e sarà sotto pressione nel gestire la sua agenda. Ma sul talento e sull’esperienza non ci sono obiezioni“.

F1 Web Tv
Sezione: News / Data: Gio 5 Dicembre 2019 alle 14:00
Autore: Paolo Mutarelli / Twitter: @j_pablo99
Vedi letture
Print