Mentre il mercato si è scaldato, esploso e raffreddato come una stella, in Formula 1 si sta cercando di definire un percorso serrato per l'estate che possa dar via a questa sfortunata stagione. La Liberty Media può trovare accordi e stilare bozze di calendari, ma servono gli okay definitivi dei vari governi. Per questo, le quattro gare di apertura sono ancora in forse, nonostante Stuart Pringle, direttore del circuito di Silverstone, abbia annunciato l'accordo con la FIA per il back-to-back in Terra d'Albione: "Sono lieto di confermare che Silverstone e la F1 hanno raggiunto un principio di accordo per ospitare due GP senza pubblico. Tuttavia le gare saranno soggette all’approvazione governativa, perché la priorità è la sicurezza di tutte le persone coinvolte e il rispetto delle normative Covid 19". In Austria, il governo Kurz è ancora restio a confermare il doppio impegno di Spielberg, per cui Helmut Marko si è speso tanto. Il ministro della sanità austriaco, Rudolf Anschober, ha detto: "Ogni organizzatore ha il diritto di richiedere un evento. Abbiamo posto i vincoli di sicurezza necessario, valuteremo il rischio e se le misure di protezione soddisfano i nostri requisiti. Le decisioni verranno quindi prese basandoci sui fatti. Non importa se sono un grande fan della Formula 1 o no. Daremo uno sguardo serio e corretto a ogni piano presentatoci e daremo una risposta in tempi rapidi”. Chi, invece, ha dato il suo beneplacito è stato il governo belga che ha dato l'ok, insieme ad un protocollo sanitario da seguire, alla gara a porte chiuse. Ora, ci sarà la trattativa tra promoter e Liberty Media, ma è nell'intenzioni di tutti inserire una pista storica come Spa all'interno del Mondiale. 

CLICCA QUI PER TORNARE ALLA HOME

CLICCA QUI PER IL NOSTRO CANALE DAILYMOTION

Sezione: News / Data: Sab 16 maggio 2020 alle 11:00
Autore: Paolo Mutarelli / Twitter: @j_pablo99
Vedi letture
Print