Un saliscendi epico. Prima l'inaspettata e meravigliosa vittoria di Monza, poi l'uscita in curva 2 del primo giro a Mugello. Ora, Pierre Gasly, è atteso al varco di una normalizzazione delle prestazioni, sempre sapendo che il potenziale suo e della macchina c'è per togliersi soddisfazioni: "Dopo la vittoria di Monza, il Mugello ha dimostrato cosa può succedere in questo sport, abbiamo fatto le nostre migliori sessioni di prove libere dell’anno ma poi in qualifica abbiamo avuto dei problemi e il mio GP è durato poco più di una curva, Sochi è una sorta di circuito cittadino e la maggior parte delle curve sono a 90 gradi, tutte molto simili. È una pista interessante, ma adesso è difficile fare previsioni. Una delle cose belle è che credo avremo molti più spettatori ammessi in tribuna e questo creerà un’atmosfera diversa. Direi che stiamo lavorando nella giusta direzione. Abbiamo una comprensione migliore dell’auto e gli aggiornamenti introdotti sembrano funzionare bene. Dobbiamo assicurarci di stare fuori dai guai, visto che in questo periodo succede di tutto in gara. Adesso ho avuto anche un po’ più di tempo per metabolizzare e godermi ciò che è successo poche settimane fa a Monza. È stato un grande momento arrivato grazie al duro lavoro da parte di tutti”.

CLICCA QUI PER TORNARE ALLA HOME

CLICCA QUI PER IL NOSTRO CANALE DAILYMOTION

Sezione: News / Data: Mar 22 settembre 2020 alle 13:08
Autore: Paolo Mutarelli / Twitter: @j_pablo99
Vedi letture
Print