Ogni pilota che arriva in Formula 1 sogna, un giorno, di guidare la monoposto rosso fuoco della Ferrari. Tutti, ma non Lewis Hamilton. Intervistato da GQ, il sette volte campione del mondo spiega il motivo per cui chiuderà la carriera in Mercedes e non si trasferirà nel team italiano: "Io in Ferrari? Non succederà, io credo. Sono sempre stato positivo verso la Ferrari, ho visto Michael vincere lì. Sono sempre stato un fan della Ferrari. Ricordo che una delle prime auto che ho comprato è stata una Ferrari. Penso che sia una squadra e un marchio estremamente iconico. Nella mia epoca ci sono state cose che ho visto nelle quali non vedo necessariamente rispecchiati i miei valori ed il mio approccio, tuttavia immagino che ogni pilota abbia sognato come sarebbe stato sedersi nell’abitacolo rosso. Non voglio mancare loro di rispetto, ma quando mi ritirerò voglio lavorare con Mercedes per aiutarli ad essere ancora migliori nel mondo esterno”.

CLICCA QUI PER TORNARE ALLA HOME 

CLICCA QUI PER IL NOSTRO CANALE DAILYMOTION 

Sezione: News / Data: Ven 27 novembre 2020 alle 10:33
Autore: Paolo Mutarelli / Twitter: @j_pablo99
Vedi letture
Print