Era da Silverstone I dello scorso anno che non si vedevano problemi di gomme in questa maniera e Mario Isola, responsabile Racing della Pirelli, ha prontamente analizzato e commentato lo scoppio dei pneumatici molto pericoloso accaduto a Stroll e Verstappen: "Al momento l’ipotesi più accreditata è quella del detrito perché gli incidenti sono stati entrambi sulla stessa porzione di pista. Max ha avuto il problema alla gomma posteriore sinistra come Lance, poche centinaia di metri dopo. Sappiamo che Lance ha seminato un po’ di detriti in giro per la pista. La posteriore sinistra non è la gomma più impegnata a Baku, per cui non è quello un tema. Escludo anche un tema di usura. Nello stesso stint, è stato riscontrato un taglio sulla posteriore sinistra di Lewis Hamilton, non sono state avvertite dai piloti vibrazioni prima di questi incidenti e la posteriore sinistra non è la più sollecitata su questo tracciato. Tutte queste considerazioni fanno pensare ad un fattore esterno. Escludiamo che gli incidenti siano stati causati da eccessiva usura. Innanzitutto la posteriore sinistra in questo Gran Premio non è la gomma più sollecitata. Poi abbiamo controllato altri pneumatici che avevano percorso fino a 40 giri e che non presentavano un consumo eccessivo o altre problematiche. Però ce n’era un altro con un taglio di sei centimetri, quello di Lewis Hamilton; è stato fortunato, perché ha rischiato anche lui l’incidente. In ogni caso cominceremo le analisi approfondite in fabbrica appena rientrerà tutto il materiale. Entro qualche giorno completeremo gli esami necessari".

CLICCA QUI PER TORNARE ALLA HOME

CLICCA QUI PER SEGUIRE TUTTE LE INFO DI FORMULA 1 DIRETTAMENTE DA GOOGLE NEWS - ISCRIVITI, È GRATIS!

Sezione: News / Data: Lun 07 giugno 2021 alle 11:00
Autore: Paolo Mutarelli / Twitter: @j_pablo99
Vedi letture
Print