Un progetto da ricostruire, quello della Ferrari. Mattia Binotto sa che deve creare una squadra capace di far tornare la Ferrari sul tetto del mondo e, per farlo, ricorda la lezione del suo maestro Sergio Marchionne, come riportato da Maurizio Tropeano in un pezzo su La Stampa: "Mattia Binotto, team principal della scuderia Ferrari, intervistato da Luca Ubaldeschi, direttore del Secolo XIX e responsabile del tour Alfabeto del Futuro, racconta come la prima sfida sia «vincere non solo la singola gara o il singolo campionato ma sia quella di aprire un ciclo e dunque la capacità di costruire un gruppo strutturato per portare l’innovazione sulla strada». La sfida del 2021 sarà quella di fare «innovazione rispettando i limiti di spesa fissati dai nuovi regolamenti». Tradotto, vuol dire «darsi il tempo necessario per costruire un gruppo strutturato». Binotto poi racconta di quando nel 2016, incontrando Sergio Marchionne per illustrare i nuovi regolamenti si sentì chiedere: «Mi faccia capire quando andremo veloci l’anno prossimo. Io risposi 3, 4 secondi in più ma il nostro obiettivo è arrivare a 4. La risposta? “Non ha capito niente: mi faccia una macchina che corra otto secondi in meno”. Questo è lo stimolo a fare di più".

CLICCA QUI PER TORNARE ALLA HOME

CLICCA QUI PER IL NOSTRO CANALE DAILYMOTION

Sezione: News / Data: Mer 16 settembre 2020 alle 12:08
Autore: Paolo Mutarelli / Twitter: @j_pablo99
Vedi letture
Print