Sono giorni di fuoco e proteste negli Stati Uniti d'America, dopo l'ignobile assassinio di George Floyd da parte di un agente di polizia bianco. L'ennesimo caso di razzismo e violenza da parte di chi dovrebbe difendere e vigilare ha fatto scoppiare rivolte, proteste pacifiche e ogni forma di risposta da parte degli afroamericani, ormai stufi di vivere con il terrore addosso. Moltissime star dell'Nba e dell'NFL come LeBron James e Colin Kaepernick, negli anni passati, si sono fatti carico di sensibilizzare, denunciare e lottare in prima linea per questi soprusi e, in questi giorni, tantissime stelle di cinema, spettacolo, sport stanno marciando in segno di protesta. Non c'è Coronavirus che tenga, quando la tua vita è in pericolo. Anche Lewis Hamilton ha espresso il suo sdegno verso l'episodio e il suo sostegno verso le proteste americane, affidando il suo messaggio a Twitter: "Vi vedo voi che restate in silenzio, anche se siete grandissime star di fronte all’ingiustizia preferita rimanere in silenzio. Nessuna reazione da parte del mio mondo, che ovviamente è uno sport dominato dai ‘bianchi’. Sono l’unico di colore lì e sono solo. Pensavo che qualcuno di fronte a questo episodio dicesse qualcosa a riguardo, ma evidentemente non potete stare accanto a noi (noi persone di colore, ndr). Sappiate solo che so chi siete e che vi vedo…”.

CLICCA QUI PER TORNARE ALLA HOME

CLICCA QUI PER IL NOSTRO CANALE DAILYMOTION

Sezione: News / Data: Lun 01 giugno 2020 alle 13:00
Autore: Paolo Mutarelli / Twitter: @j_pablo99
Vedi letture
Print