Dalla Red Bull, ai microfoni di Sky, è arrivata l'analisi della rivoluzione che avrà inizio in Formula 1 dal 2021 ad opera di Christian Horner: "Ovviamente ci sono cose positive, come il budget massimo. Però la mia preferenza sarebbe stata quella di introdurre questi cambiamenti a partite dal 2022 in modo da prendere un po' più di tempo nell'evoluzione del concetto e non avere tutti i costi di sviluppo del prossimo anno esposti. Abbiamo un anno molto costoso, il 2020, prima del nuovo regolamento. Nel complesso l'idea è quindi giusta, fantastica, ma trovo sia stato un po' immaturo il disegno complessivo. Sono sicuro che a questo punto tutte le squadre il prossimo anno divideranno il team in due, uno per il 2020 e uno subito per il 2021".

f1 web tv
Sezione: News / Data: Gio 14 Novembre 2019 alle 16:12
Autore: F1N Redazione
Vedi letture
Print