Il suo cognome è quello del proprietario della scuderia, ma non per questo a un figlio può essere impedito di parlare di suo padre. Lance Stroll, in una lunga intervista, ha parlato di papà Lawrence con questi toni: "Ho la sensazione che in questi anni abbia fatto qualcosa di incredibile. Da come è arrivato a costruire il progetto Aston Martin a come ha trasformato il team dopo averlo acquisito, con una netta trasformazione vista già nel 2020. Salti prestazionali importanti. Guardate l'Ungheria, dove nel 2019 io e Perez eravamo 17° e 18° e l'anno dopo eravamo in terza fila. Tre secondi di gap. Molto dipende anche dal lavoro di mio padre che ha fornito gli strumenti giusti ai tecnici e a tutti quelli che lavorano nella Scuderia. Così tutti hanno dato il massimo e ora possiamo guardare con fiducia al futuro sognando momenti emozionanti. Giù il cappello".

Sezione: News / Data: Dom 07 marzo 2021 alle 13:15
Autore: F1N Redazione
Vedi letture
Print