Tiene banco ancora la formazione dei prossimi calendari di Formula 1. Il Circus è spaccato a metà: la Liberty Media vorrebbe espandere il calendario fino a 25/26 appuntamenti stagionali, i team, anche nell'ottica di riduzione dei costi, vorrebbero limitarsi alla ventina solita. A Racer.com, il CEO McLaren Zak Brown ha proposto una nuova idea: "Per la Formula 1 è vitale mantenere le sue radici europee, e le sue tradizioni. L’impatto della pandemia è stato duro, ma dal punto di vista del calendario rivoluzionato c’è stato un riscontro positivo da parte dei tifosi. Bisogna ovviamente guardare alle opportunità che arrivano da altri continenti, in particolare in Asia e nelle Americhe, ma limitando in un certo senso i weekend nei quali competervi. L’intensità di un possibile calendario a 25 gare sarebbe fisicamente e mentalmente pesantissimo per tutto il personale dei team. Dunque un modo ideale per mantenere vivi quei mercati e pure la storia sarebbe proporre 20 gare, delle quali magari 15 fisse e tradizionali, mentre le altre cinque sarebbero a rotazione, da cambiare ogni anno. Per noi è importante avere varietà nelle corse, permettendo anche a nuovi Paesi di ospitare un Gran Premio anche solo una volta. Una gara di Formula 1 deve rimanere un’opportunità rara, un evento speciale. A titolo comparativo, nel football americano le squadre giocano 17 partite di regular season in quattro mesi, ma la NFL resta comunque seguitissima e amata in tutto il mondo. Un volume maggiore di gare non garantisce il successo".

CLICCA QUI PER TORNARE ALLA HOME 

CLICCA QUI PER SEGUIRE TUTTE LE INFO DI FORMULA 1 DIRETTAMENTE DA GOOGLE NEWS - ISCRIVITI, È GRATIS!

Sezione: News / Data: Mer 05 maggio 2021 alle 11:33
Autore: Paolo Mutarelli / Twitter: @j_pablo99
Vedi letture
Print