In molti stiamo aspettando l'inizio di stagione per capire come saranno i piloti con una nuova veste. Se Daniel Ricciardo avrà bisogno di un anno, come in Renault, per abituarsi alla McLaren, se Carlos Sainz riuscirà a reggere il peso di guidare una Ferrari e, soprattutto, se Sebastian Vettel ha ancora delle cartucce da sparare. A f1-insider.com, l'ex Ferrari ha parlato della sua nuova avventura in Aston Martin, chiarendo che non vuole sentire paragoni con la Red Bull: "Arrivo in Aston Martin con molta più esperienza e con una visione più chiara. Ecco perché non è possibile confrontare questo inizio con quello Red Bull del 2009. A quel tempo non avevo le conoscenze che ho oggi, quindi l’approccio è completamente diverso. Ognuno di noi è diverso, ma a tutti probabilmente piace avere un ambiente in cui tutti si difendono reciprocamente e lavorano l’uno per l’altro. Finora ci sono ovviamente molti volti nuovi per me all’Aston Martin, ma sono fiducioso che tra di noi funzionerà. Bisogna essere sempre aperti a cose nuove. Incontrerò molte nuove persone, nuovi modi di lavorare, nuovi approcci – e non credo sia maturo credere che solo il mio sia quello giusto”.

CLICCA QUI PER TORNARE ALLA HOME

CLICCA QUI PER IL NOSTRO CANALE DAILYMOTION

Sezione: News / Data: Lun 25 gennaio 2021 alle 12:00
Autore: Paolo Mutarelli / Twitter: @j_pablo99
Vedi letture
Print