Lewis Hamilton è il pilota che si è avvicinato di più all'inscalfibile mito di Michael Schumacher, ma in tanti ci hanno provato e non hanno avuto la stessa fortuna dell'inglese, spesso perchè le loro strade si sono incrociate con quella della Ferrari e scontrate contro quella della Mercedes. Intervistato da Peter Windsor, Flavio Briatore ha posto l'accento sulle somiglianze tra Fernando Alonso e il Kaiser, entrambi scovati, lanciati da lui, con cui hanno condiviso anche vittorie mondiali: "Mi è sempre piaciuto scovare i talenti, e l’ho sempre avuto come mentalità, scovare giovani talenti. Al tempo ce n’erano tre tra cui scegliere: Schumacher, Frentzen e Wendlinger. Tutti spingevano per Frentzen, che sembrava il più promettente, ma io decisi per Schumacher, che è stato sensazionale e velocissimo sin da subito. La squadra era incredibilmente entusiasta di avere due piloti come Schumi e Nelson Piquet. Il Kaiser faceva andare tutti in palestra. Si allenava sempre, e infatti quando finiva la gara non sudava. Per Fernando Alonso vale lo stesso. Anzitutto avevano il talento in comune per quanto riguarda la guida: il talento è quello che permette al pilota di staccarsi dalla media, di essere una superstar. Poi, le simulazioni di gara: Fernando e Michael ripetevano lo stesso tempo, erano impressionanti“.

CLICCA QUI PER TORNARE ALLA HOME

CLICCA QUI PER IL NOSTRO CANALE DAILYMOTION

Sezione: News / Data: Mer 24 febbraio 2021 alle 10:19
Autore: Paolo Mutarelli / Twitter: @j_pablo99
Vedi letture
Print