Alla ripartenza della prima safety car, c'è stato un momento in cui passato, presente e futuro della Ferrari è collassato tutto in una curva. Carlos Sainz ha attaccato timidamente Charles Leclerc, rimasto prontamente al centro per poi allargarsi a chiudere l'approccio all'esterno, Sebastian Vettel ha provato il doppio colpo gobbo, buttandossi avventatamente all'interno dei due, sperando di farne fuori due con un colpo solo. Solo che lo spagnolo, preoccupato di rovinare con un anno d'anticipo il suo rapporto in Ferrari, ha mollato il monegasco ed è tornato sull'interno. A quel punto, non c'era spazio per tre macchine in curva e il tedesco ha colpito Sainz, buttando via la possibilità di uscire dal Red Bull Ring con punti pesanti. A Servus.tv, il tedesco ha fatto mea culpa: "La notte scorsa non ho dormito benissimo, ma visto che rimaniamo qui tra una gara e l’altra, oggi sono salito in montagna a schiarirmi le idee. E’ stato bello all’aria aperta, ero da solo e mi sentivo molto bene. In generale, ieri mancava la velocità, la stiamo ancora cercando e ci sono due o tre cose che non erano del tutto ideali: la vettura non era la stessa di venerdì, non avevo quelle sensazioni buone, ecco perché è stata una giornata difficile per me. La vettura non è così forte come speravamo, vedremo come andrà nel resto della stagione. Non siamo dove vorremmo, il team lavora sodo e se siamo fortunati, porteremo qualche aggiornamento già questa settimana. Non doveva essere un attacco, volevo solo avvicinarmi: Charles e Carlos stavano lottando e non mi aspettavo che lo spagnolo chiudesse la porta. E’ stata colpa mia, ma non ci siamo toccati. Per non avere il freno a mano in macchina, ho fatto un buon lavoro. Non l’ho fatto apposta, ero anche molto arrabbiato, perché altrimenti avrei avuto molte possibilità. Avevo anche gomme nuove morbide alla fine che mi avrebbero aiutato, ecco perché ero arrabbiato! Comunque Charles ha fatto un’ottima gara, sono il primo a riconoscere le prestazioni degli altri”.

CLICCA QUI PER TORNARE ALLA HOME

CLICCA QUI PER IL NOSTRO CANALE DAILYMOTION

Sezione: News / Data: Mar 07 luglio 2020 alle 13:00
Autore: Paolo Mutarelli / Twitter: @j_pablo99
Vedi letture
Print