L'avranno pensato tutti quando Lewis Hamilton è andato lungo in curva 1: è giusto così. Zero a zero e discorsi mondiali rimandati al trittico Francia-Austria-Stiria delle prossime settimane. Sul Corriere della Sera, Giorgio Terruzzi ha parlato di atto di giustizia: "Doveva segnare a porta vuota Hamilton, miracolato dal k.o. di Verstappen. L’aveva persino comunicato alla squadra, visto che ogni punto guadagnato diventava un punto regalato. Sì, ciao. Un autogol clamoroso, in bambola proprio lui, noto come signore e padrone delle corse, momenti critici compresi. Vista da qui, può sembrare persino un atto di giustizia, vista la rogna del rivale. Uno stratagemma dell’inconscio o del destino utile a tenere in equilibrio la sfida. Fuori le due star, l’Azerbaigian ha premiato chi star non è ancora e chi sembrava aver perso la luce: Sergio Perez, aggressivo e preciso sin dal giro uno; Sebastian Vettel, svelto e veloce come ai bei tempi; Pierre Gasly, combattivo e brillante nel corpo a corpo. Punti conquistati dalla Mercedes negli ultimi 2 Gp: 6. Contro i 62 di Red Bull e i 32 della Rossa. L’errore di Hamilton rischia di trasformarsi in un rimpianto inconsolabile".

CLICCA QUI PER TORNARE ALLA HOME 

CLICCA QUI PER SEGUIRE TUTTE LE INFO DI FORMULA 1 DIRETTAMENTE DA GOOGLE NEWS - ISCRIVITI, È GRATIS!

Sezione: News / Data: Lun 07 giugno 2021 alle 16:30
Autore: Paolo Mutarelli / Twitter: @j_pablo99
Vedi letture
Print