Un finale al cardiopalma al termine di un Gp che aveva nuovamente sancito la mostruosa superiorità della Mercedes. Con la Red Bull a inseguire e le altre racchiuse in distacchi minimi, da fila indiana. Uno schema che neanche le due safety car per gli incidenti di Magnussen e Kvyat avevano rotto. Tutti sulle hard e tanta volontà di arrivare fino alla fine. Blistering a farla da padrone fino all'allarme rosso generato da Valtteri Bottas per l'usura dell'anteriore sinistra. Il finlandese finirà addirittura fuori dai punti dietro a un anonimo Vettel, 10°. Podio invece per Verstappen, a pochi secondi da una vittoria inaspettata. Hamilton, nonostante accusi lo stesso problema, è a 9 curve dal traguardo e riesce a giungervi praticamente su tre ruote. L'inglese vince e sorride: "Mai vinto così" dirà nel team radio. Terzo un Leclerc solido su una macchina più scarica di quella del compagno, ma mai in grado di impensierire i tre davanti. Menzione d'onore per la Renault: grande ritmo e bel 4° posto per Ricciardo davanti a Norris. La McLaren non ingrana questa volta, rimanendo nel limbo e infine leccandosi le ferite per il problema finale di Sainz (sempre gomma, stessa gomma). Fra i piloti da sottolineare la prestazione di Gasly, ombra sempre più cupa alle spalle di Albon.

Sezione: News / Data: Dom 02 agosto 2020 alle 16:43
Autore: F1N Redazione
Vedi letture
Print