L'ultimo regalo di Chase Carey alla Formula 1 è lo spostamento del Gp di Brasile da Interlagos ad un nuovo circuito che sarà costruito nella zona di Rio De Janeiro, precisamente nel quartiere Deodoro, dove sorge la foresta pluviale di Comboata. Lewis Hamilton si è fatto portavoce di una contraddizione nel mondo della Formula 1, inquinante nella sua definizione. Per questo si era espresso così in merito alla possibilità di un disboscamento per far spazio ad una pista: “Ho sentito che potenzialmente sarà una gara sostenibile. La cosa più sostenibile che si possa fare, però, è non abbattere nessun albero. Non credo che questa sia una mossa intelligente, quella della deforestazione è una crisi globale. La mia opinione è che il mondo non abbia bisogno di un nuovo circuito. Ci sono tantissimi circuiti che sono splendidi e io adoro Interlagos". Un portavoce del comitato organizzativo del circuito di Rio ha risposto all'inglese, parlando al The Guardian: “Non è vero che il progetto comporterà danni ambientali. Anzi, la costruzione della pista sarà supportata da un robusto programma di misura di mitigazione e compensazione“.

CLICCA QUI PER TORNARE ALLA HOME

CLICCA QUI PER IL NOSTRO  CANALE DAILYMOTION 

Sezione: News / Data: Sab 17 ottobre 2020 alle 11:04
Autore: Paolo Mutarelli / Twitter: @j_pablo99
Vedi letture
Print