Il presidente della Ferrari, John Elkann, ha parlato ai microfoni di Sky Sport F1 delle prestazioni della Rossa: "Questo è un momento doloroso, è un momento che ci fa soffrire. Vedere la Ferrari che combatte per essere quarta o sesta, è difficile accettare questa realtà. Ma è l'unico modo con il quale uno può andare oltre. Ci sono molte ragioni per cui noi siamo qui. Ci sono stati dei cambiamenti, però sono anche scuse che noi in Ferrari non vogliamo avere. La nostra realtà è quella di oggi e solamente prendendone coscienza di quello che abbiamo fatto e che stiamo facendo, abbiamo la possibilità di progredire. Ci vuole tempo, abbiamo davanti a noi una stagione difficile, sarà dura anche l'anno prossimo. Nel 2022 avremo l'opportunità di ripartire con basi nuove. Se uno guarda all'ultimo decennio, nel quale non abbiamo vinto, e guardiamo i cambi che sono stati fatti nell'organizzazione, ci siamo indeboliti con persone che ci hanno lasciato per rinforzare i nostri concorrenti. Quello che stiamo facendo con Binotto è il contrario: costruire su una base forte e rafforzarla. I prossimi passi li stiamo facendo ora.Non c'è niente di peggio che dare delle speranze senza poter raggiungere gli obiettivi. La nostra realtà ci dice che siamo tra il sesto e il quarto posto e dobbiamo progredire per l'anno prossimo. Progredire vuol dire essere sul podio, ma non è quella di vincere. Nel 2022 si riscriveranno le regole e in quel momento dovremo avere le ambizioni per tornare a vincere".

Sezione: News / Data: Dom 13 settembre 2020 alle 18:22
Autore: F1N Redazione
Vedi letture
Print