Ferrari, McLaren e Renault. Avendo già deciso il pilota per il 2021, si trovano in una situazione simile a quella dei governi francese e statunitense, quando hanno il presidente di un partito e la maggioranza alla Camera di un altro. Sebastian Vettel, Carlos Sainz e Daniel Ricciardo, clienti scomodi per alcuni, pezzi ancora validi per un altro anni per altri.  Al sito inglese Reuters, Cyril Abiteboul ha parlato del rapporto che avranno con Daniel Ricciardo quest'anno: "Non ci sarà alcun trattamento preferenziale tra Esteban e Daniel a seguito della decisione di quest’ultimo di lasciare la squadra, perché non è la politica del team, non è nemmeno una necessità, siamo onesti , non stiamo combattendo per nessun campionato in questo momento, quindi non avrebbe assolutamente senso. Daniel sarà completamente coinvolto nel processo di sviluppo della macchina. L’unica cosa è che ovviamente non sarà coinvolto per l’auto 2022. Ma francamente non lo sarebbe stato comunque”. Con il suo consueto stile, Ricciardo ci ha scherzato su: "Ho trascorso anche un paio di giorni al simulatore e quindi ho visto alcune persone in fabbrica senza che ne venissero fuori occhi neri o pugni nello stomaco. Penso che stiamo andando avanti e daremo tutto per il resto dell’anno” 

CLICCA QUI PER TORNARE ALLA HOME

CLICCA QUI PER IL NOSTRO CANALE DAILYMOTION

Sezione: News / Data: Sab 27 giugno 2020 alle 15:00
Autore: Paolo Mutarelli / Twitter: @j_pablo99
Vedi letture
Print