Sembrava tutto pronto per l'Australia e invece, in un attimo, c'è sparita la stagione di Formula 1. Il Coronavirus si è trasformata in pandemia mondiale e sta colpendo il mondo in vario mondo. Per quanto riguarda il nostro mondo preferito, le corse, l'Australia è stato il primo colpo di una lunga serie che la FIA ha dovuto affrontare. Andrew Westacott, organizzatore del Gp di Melbourne, ha parlato al podcast Below the Bonnet dell'esperienza unica di rinviare un Gp: "La FIA, i team e la F1 sono state coinvolte nella decisione, così come il governo dello stato di Victoria. Inoltre il nostro fuso orario non è stato il più adatto per prendere una decisione giovedì. Tutto è cambiato dall’oggi al domani e per questa ragione si sono accalcati così tanti fan ai cancelli. Sapevamo che i team avevano diversi punti di vista sull’argomento, che dovevano essere considerati da FIA e F1, e Carey era ancora in volo dal Vietnam per raggiungere Melbourne. Si stava poi avvicinando la notte, l’ultima comunicazione l’ho avuta alle 2.30. Mi sono così addormentato sino alle 6, e poi abbiamo ricominciato le discussioni".

CLICCA QUI PER TORNARE ALLA HOME

CLICCA QUI PER IL NOSTRO CANALE DAILYMOTION

Sezione: News / Data: Mer 25 Marzo 2020 alle 15:00
Autore: Paolo Mutarelli / Twitter: @j_pablo99
Vedi letture
Print