Correre un giorno per la Ferrari è l'obiettivo per molti piloti. D'altronde la scuderia italiana è legata indissolubilmente alla storia della Formula 1 ed essere uno dei due piloti che possono fregiarsi di correre con il rosso addosso, a volte, è visto come un onore. James Button c'è stato vicino a raggiungerlo. Nel 2012-13, frequentemente, abbiamo sentito le voci di un suo possibile passaggio nella Rossa affianco a Fernando Alonso. A Motorsport News, è lo stesso pilota inglese, che parla anche del suo trasferimento, poi, alla McLaren: "C’è stata una buona possibilità di correre per la Ferrari qualcosa come otto anni fa, ma alla fine non concludemmo. Sostanzialmente il contratto era pronto da firmare, ma per varie ragioni non è successo. C’è qualcosa di speciale a Maranello, mi sarebbe piaciuto vestire la tuta della Ferrari. Andare a Woking fu la scelta giusta in quel momento. Nessuno immaginava che la Mercedes avrebbe vinto così tanto. Correre per un team storico, la McLaren, mi ha dato soddisfazioni enormi tra il 2010 e il 2012, tra vittorie e battaglie al top. Non vinsi il campionato, ma la competitività c’era. Per me è stato molto divertente correre a fianco di Lewis, mentre invece la Mercedes era un po’ in crisi. Poi ovviamente è cambiato tutto".

CLICCA QUI PER TORNARE ALLA HOME

CLICCA QUI PER IL NOSTRO CANALE DAILYMOTION

Sezione: News / Data: Ven 08 gennaio 2021 alle 08:58
Autore: Paolo Mutarelli / Twitter: @j_pablo99
Vedi letture
Print