Un 2021 a cui manca ancora l'ufficialità di vedere Lewis Hamilton, ma comunque segnato. La Mercedes è stra favorita, nonostante la Red Bull possa dire la sua. L'obiettivo per la Ferrari sono podi, magari qualche vittoria e sicuramente il riaffermarsi, almeno, come terza potenza del mondiale prima di rivedere tutte le gerarchie per il 2022. Questa sembra essere la linea dettata da Maranello, linea che Carlos Sainz, ai microfoni di Crash.net, sposa in pieno:"Pensavo che avrei costruito un rapporto a lungo termine con la McLaren. Mi sono goduto molto i due anni a Woking, dove nel 2020 avevamo già visto dei miglioramenti sensibili rispetto al primo anno. Questo dimostra che la stabilità in una squadra aiuta le prestazioni e ti rende un pilota più veloce. Questo è anche il mio obiettivo con la Ferrari e il motivo per cui ho firmato un accordo di due anni. Finché siamo felici l’uno con l’altro, voglio che questa sia la nuova tendenza nei miei contratti. Non voglio che si ripeta una situazione come quella in Renault, ovverosia un solo anno senza nessuna garanzia per il futuro. Se c’è una cosa che ho imparato in McLaren, è quanto sia importante essere più di una stagione in una squadra per estrarre il massimo potenziale dalla macchina e dal team. Per quanto riguarda la Ferrari, vedo segnali molto positivi, inoltre c’è un nuovo motore in arrivo, che dovrebbe migliorare un po’ la situazione. Tuttavia, sappiamo che la Mercedes continuerà a dominare anche nel 2021. Dunque credo che noi, così come tutti gli altri, dovremo concentrarci perlopiù sul 2022. Credo che la Ferrari lo sappia che il 2021 sarà un anno di transizione. Ora cercherò di conoscere ogni membro del team e la macchina, poi nel 2022 inizieremo con un foglio di carta bianco".

CLICCA QUI PER TORNARE ALLA HOME

CLICCA QUI PER IL NOSTRO CANALE DAILYMOTION

Sezione: News / Data: Ven 22 gennaio 2021 alle 12:00
Autore: Paolo Mutarelli / Twitter: @j_pablo99
Vedi letture
Print