La lotta per il terzo posto si sta facendo feroce e dopo le dichiarazioni, sobrie, di Renault e McLaren anche Racing Point si aggiunge alla lista delle dichiarazioni di intenti in un modo tutto suo. Intervistato dalla testata tedesca Auto Motor und Sport, il direttore tecnico Andy Green ha puntato il dito sulle contendenti, ree di aver copiato Mercedes, scatenenando un paradosso estremamente simpatico nella mente di chi si ricorda le orride prestazioni della Racing Point 2019 e del salto in avanti fatto quest'anno: "I nuovi chiarimenti stabiliscono non solo che non si possano ricostruire dei componenti, ma anche che non se possano adottare altri, ma come si fa a stabilire se uno ha adottato un concept di un’altra macchina o no? Secondo questa logica anche la McLaren non dovrebbe poter utilizzare il nuovo musetto e il nuovo alettone che sono entrambi di chiaro stampo Mercedes. Nessuno si è lamentato nei confronti della McLaren, quindi, mi chiedo, solo la Racing Point non può fare copia e incolla? Continueremo a fare il nostro lavoro guardando sempre ai migliori e quando gli altri dicono di non farlo direi che stanno sognando. Guardate la Renault, tutta la parte anteriore della vettura è una copia della Mercedes. Alla fine chi grida di più allo scandalo sono coloro che copiano di più".

CLICCA QUI PER TORNARE ALLA HOME

CLICCA QUI PER IL NOSTRO CANALE DAILYMOTION 

Sezione: News / Data: Lun 19 ottobre 2020 alle 10:49
Autore: Paolo Mutarelli / Twitter: @j_pablo99
Vedi letture
Print