Lewis Hamilton torna a parlare. Una lunga intervista per il campione del mondo di Formula 1, più vicino nelle ultime ore a un rinnovo con la Mercedes. Hamilton riavvolge i nastri della sua carriera ai microfoni di Crowdstrike: "Sono uscito dalla McLaren e stavo con loro da quando avevo 13 anni. La mia famiglia si sentiva al sicuro per il mio futuro perché ero sempre coccolato. La McLaren aveva una storia incredibile, tanti campionati. Ero sicuro che mi avrebbero aiutato ad costruire qualcosa. La loro bacheca trofei era stracolma. Diverso il discorso per la Mercedes. Quando sono arrivato qui non ce n'erano molti. Stavano crescendo. Io ero il tipo del vediamo come va, dopo aver imparato tanto alla McLaren. Volevo applicare quanto imparato in una squadra senza successi per portarla al successo. Ci sono stati i momenti dell'accidenti, del rimorso per aver lasciato la McLaren senza sapere quando avrei vinto di nuovo. Ho corso però il rischio in nome di quanto diceva Senna. Penso che senza rischi nella vita sei fermo. Col senno di poi ho fatto bene. Se fossi rimasto alla McLaren avrei vinto un mondiale in 14 anni. Sono davvero grato a persone come Niki Lauda, riposi in pace la sua anima, e Ross Brawn per aver creduto in me".

Sezione: News / Data: Mar 26 gennaio 2021 alle 13:58
Autore: F1N Redazione
Vedi letture
Print