Le parole di Toto Wolff hanno riacceso le opinioni sulla rivalità fra Lewis Hamilton e Nico Rosberg ai tempi della Mercedes. Ai microfoni di Beyond The Grid, Ron Meadows, Andrew Shovlin, Simon Cole e James Vowles, tutti professionisti di Brackley insieme addirittura dai tempi della BAR - Honda, hanno ricostruito le differenze fra i due. 

Vowles si è così espresso: "Se a Rosberg dai mille giri alzerà piano piano le prestazioni fino a trovarne di livello incredibile. Se ad Hamilton ne dai due è già lì, non so se mi spiego. Rosberg era eccellente se aveva tempo per studiare la macchina e per vedere cosa faceva il suo compagno di squadra. A quel punto era incredibile cosa riusciva a tirare fuori".

Sul ritiro di Rosberg tutti concordi: "Wolff ci chiamò in ufficio, non sapevamo cosa aspettarci. Il ritiro di Rosberg non era sicuramente qualcosa che potevamo anche solo pensare. Fu bizzarro, ancora oggi è difficile capire perché se ne andò. Anche non battendo Lewis di nuovo era comunque sempre alla Mercedes, una grande macchina. Poteva vincere ancora gare, fare qualcosa di incredibile".

Sezione: News / Data: Gio 08 aprile 2021 alle 16:10
Autore: F1N Redazione
Vedi letture
Print