La transizione al potere tra Chase Carey e Stefano Domenicali è avvenuta in un contesto complicato. Tappe del calendario difficili da organizzare, un possibile rinvio di un ulteriore anno dei regolamenti tecnici, un bilancio dimezzato, la variante inglese che incombe sulle sette squadre con sede nel Regno Unito. Insomma, una situazione complessa da sbrogliare. L'ex team principal della Ferrari ha fatto il punto della situazione: "È stato un inizio d’anno impegnativo per la Formula 1 e siamo lieti di confermare che il numero di gare previsto per la stagione rimane invariato. La pandemia globale non ha ancora permesso di tornare alla normalità, ma nel 2020 abbiamo dimostrato di essere stati il primo sport internazionale a tornare alla competizione in sicurezza e abbiamo maturato l’esperienza per poter disputare la stagione 2021 secondo le previsioni. È una grande notizia aver già riprogrammato il Gran Premio d’Australia a novembre e stiamo lavorando con i colleghi cinesi per correre a Shanghai nel 2021 se la situazione dovesse cambiare. Siamo anche entusiasti di tornare a correre a Imola e siamo certi che tutti gli appassionati non vedano l’ora che il campionato ricominci a partire dal Bahrain che metterà fine a questa lunga pausa invernale. La situazione è fluida, ma lavoreremo a stretto contatto con gli organizzatori per prendere le dovute misure di fronte all’evoluzione della situazione”. 

CLICCA QUI PER TORNARE ALLA HOME

CLICCA QUI PER IL NOSTRO CANALE DAILYMOTION

Sezione: News / Data: Mer 13 gennaio 2021 alle 10:09
Autore: Paolo Mutarelli / Twitter: @j_pablo99
Vedi letture
Print