Due pole position nelle prime sei gare neanche il più ottimista tra i ferraristi l'avrebbe potuto immaginare. Più di Red Bull, una in meno di Mercedes. Nei circuiti cittadini la Ferrari va molto forte e verrebbe quasi da dire 'peccato per la cancellazione di Singapore'. Però a queste pole non è mai succeduta una vittoria: una volta per il ritiro di Leclerc, l'altra perchè a Baku si sorpassa. Si sorpasserà anche in Azerbaijan, ma Charles Leclerc ha svelato anche un piccolo retroscena che non gli ha permesso di resistere in vetta qualche giro in più: "C’era un pezzo di legno proprio al centro di curva 15. Ho perso un bel po’ di tempo lì, perché ho tagliato la pista ed ero un po’ preoccupato di non essere riuscito a guadagnare un po’ di spazio necessario per difendermi da Lewis dietro. Ho rallentato e poi mi ha superato, e da quel momento in poi è stato abbastanza difficile. Ero dietro la Mercedes, nella sua aria sporca, e ho faticato un po’; non appena ho perso il DRS, infatti, Verstappen mi ha superato. A quel punto non puoi evitare una sorta di circolo vizioso, perché dietro avevo delle macchine con un ritmo un po’ più forte del mio. Per questo ho faticato un po’ in quella fase. Nei giri dopo ho recuperato un po’ di velocità, ma eravamo già nella finestra del primo pit stop e ci siamo fermati per montare le Hard. In ogni caso, però, non c’è stato nulla di così inaspettato perché sapevamo che Mercedes e Red Bull avevano un passo più veloce del nostro”.

CLICCA QUI PER TORNARE ALLA HOME 

CLICCA QUI PER SEGUIRE TUTTE LE INFO DI FORMULA 1 DIRETTAMENTE DA GOOGLE NEWS - ISCRIVITI, È GRATIS!

Sezione: News / Data: Mer 09 giugno 2021 alle 11:00
Autore: Paolo Mutarelli / Twitter: @j_pablo99
Vedi letture
Print