Mick Schumacher torna a parlare del suo futuro in Formula 1 e lo fa ai microfoni de La Stampa: “Cognome un peso? No. Non mi importa dei paragoni. Se prendi le critiche in maniera negativa non va bene. Se le accetti, se arrivano dalle persone che ti hanno a cuore, allora puoi convertire il negativo in positivo. È quello che faccio io. Sono molto contento di essere alla Haas. Sono al mio esordio e vorrei uscirne nel miglior modo possibile, poi vedremo che cosa il futuro ha in serbo per me. Adesso è tutto imprevedibile, ma non lo nego: sarebbe un sogno guidare una Ferrari come fece mio padre in passato”. 

VETTEL - "Io e Sebastian parliamo spesso. Ha grande rispetto per papà Michael Schumacher. Mi dà tanti consigli".

PARLARE CON PAPA' - Mick Scumacher si trincera dietro un secco "no comment, è una questione privata" alla domanda se stesse raccontando a papà Michael del suo arrivo in Formula 1.

Sezione: News / Data: Mer 24 febbraio 2021 alle 13:55
Autore: F1N Redazione
Vedi letture
Print