Un bottino magro quello che si porta a casa la Ferrari da Portimao. Un Charles Leclerc spento che non ci ha regalato una delle sue magie che ormai prendimo come garantito, un Carlos Sainz azzoppato dalla foga e dall'ambizione. Si riparte quindi dal fondo nuovo, provato venerdì e che ha dato bei segnali per la Spagna. Giorgio Terruzzi, nelle colonne del Corriere della Sera, ha scritto della mancanza di brio per la Rossa: "Al rosso Ferrari manca ancora un pizzico di brio, il passo della scalatrice della domenica. Ed è mancato il tocco di Charles Leclerc, un ragazzo che il rosso, talvolta, fa brillare. Questo appare al tramonto di una corsa faticosa, con la banda dei quattro irraggiungibile, essendo fuori portata Mercedes e Red Bull, con la McLaren più efficiente con ogni tipo di gomma, con Norris ancora una volta più vispo tra i perdenti cronici del Mondiale. È ampio il distacco rimediato da Charles ma qui non si tratta di considerare l’assoluta qualità di Hamilton: tocca fare corsa sui rivali diretti e a Portimao era atteso un bilancio più consistente. Macché: Sainz ha patito con pneumatici medi, caracollando fuori dai punti; Leclerc non ha brillato in qualifica con coperture morbide, non è mai riuscito a scandire un ritmo jazzistico in gara con gomme dure. Piccole zone d’ombra sul talento di un ragazzo che deve e sa fare la differenza".

CLICCA QUI PER TORNARE ALLA HOME

CLICCA QUI PER SEGUIRE TUTTE LE INFO DI FORMULA 1 DIRETTAMENTE DA GOOGLE NEWS - ISCRIVITI, È GRATIS!

Sezione: News / Data: Lun 03 maggio 2021 alle 08:57
Autore: Paolo Mutarelli / Twitter: @j_pablo99
Vedi letture
Print