Complicato coniugare lo spettacolo, e la vendita di esso, della Formula 1 e il Covid-19. Negli ultimi mesi abbiamo riassaporato i boati, molto meno fragorosi di come erano prima, del pubblico quando i piloti sfrecciavano sotto le tribune e molti altri circuiti, tra cui Imola, hanno dato la possibilità di acquistare i biglietti per il loro weekend. La Liberty Media ha appena ratificato la capienza ridotta per il prossimo weekend di Portiamo (qui per gli orari). Se il circuito portoghese aveva messo in circolazione 47mila biglietti, la Formula 1 ha ridotto la capienza fino a 27 miila posti, così come richiesto anche dalle autorità sanitarie portoghesi, vista la recente impennata. A parlare della situazione il promoter della gara portoghese, Paulo Pinheiro: "Ogni gara in Europa costa 30-50 milioni di euro, ma i nostri numeri, che sono sotto contratto e non pubblici, sono molto più bassi. Ci sono molti circuiti con contratti, ma la possibilità di introdurre una rotazione per certe gare ci fa sognare. Il nostro circuito è attraente e il Gran Premio sta generando molte aspettative. Stiamo rispettando il programma e le specifiche, che sono complesse e impegnative. Abbiamo sostituito l’asfalto e installato nuova segnaletica, ponti e chilometri di cavi. Il nostro team è composto da sole 55 persone, ma siamo fortemente motivati ​​a realizzare il sogno di una vita".

CLICCA QUI PER TORNARE ALLA HOME

CLICCA QUI PER IL NOSTRO CANALE DAILYMOTION 

Sezione: News / Data: Lun 19 ottobre 2020 alle 10:59
Autore: Paolo Mutarelli / Twitter: @j_pablo99
Vedi letture
Print