Esibizione bellissima a Sanremo quella di Sinisa Mihajlovic e Zlatan Ibrahimovic. I due, insieme a Fiorello e Amadeus, hanno sul momento fondato gli Abbadeus e intonato "Io Vagabondo" dei Nomadi. Decisamente meglio l'esibizione dell'allenatore del Bologna che è apparso più intonato, carico e "conoscitore" del testo rispetto allo svedese del Milan. Mihajlovic e Ibrahimovic avevano in precedenza, intervistati da Amadeus, raccontato delle "testate" reciproche che li avevano portati, prima da avversari con Ibra alla Juventus e Sinisa all'Inter, e poi entrambi in nerazzurro, a passare da nemici ad amici. Molto toccante il ricordo di Ibrahimovic circa il suo apprendere la notizia della leucemia di Mihajlovic e l'incapacità, per lui sempre pronto a guardare il positivo di ogni cosa, di riuscire a trovare le parole giuste. Alla fine fu lo stesso Mihajlovic a dare forza a Ibrahimovic, convinto di poter battere quel subdolo, ma aggressivo nemico. Voto 10 per questo "angolo calcistico e umano" al Festival di Sanremo 2021. 

Sezione: Non solo Formula 1 / Data: Gio 04 marzo 2021 alle 23:52
Autore: F1N Redazione
Vedi letture
Print